Biodiversità

Una straordinaria biodiversità tipica delle coltivazioni di olivi nella Valdambra

Incipit

Citazione

Custodire la biodiversità olivicola per il futuro della Valdambra

Blocco di testo

A prima vista gli olivi possono sembrare tutti uguali, ma ponendo maggiore attenzione appaiono differenze evidenti in termini di portamento della pianta, forma e colore della foglia e del frutto.

Citazione

Oltre 40 fenotipi di olivo nel territorio del comune di Bucine

Blocco di testo

Si tratta infatti di varietà diverse tra loro anche geneticamente: in Italia se ne contano più di 500, solo in Toscana le cultivar accertate sono circa 80. Le più importanti e diffuse sono certamente: Frantoio, Moraiolo, Leccino, Pendolino, ma accanto a queste ve ne sono altre caratteristiche e peculiari di determinate aree olivate della regione.

 

Nel territorio del Comune di Bucine i tecnici del CNR-Ibe hanno individuato ulteriori fenotipi esclusivi della Valdambra (oltre 40), che fanno parte della straordinaria biodiversità della Valdambra. Per il Comune di Bucine e per la Valdambra è un dovere ed una responsabilità recuperare, caratterizzare e valorizzare il germoplasma autoctono di olivo presente nel territorio.

Blocco di testo

Questa incredibile ricchezza di biodiversità potrà rappresentare nel prossimo futuro un’importante opportunità di crescita dell’olivicoltura e dare maggiore forza commerciale all’olio di qualità eccellente prodotto in questa terra. I nuovi fenotipi recuperati nel territorio di Bucine non avevano un nome che li identificasse, a parte il già conosciuto Olivone di Montebenichi, quindi si è provveduto a farlo e molti nomi fanno riferimento al nome del proprietario o del podere così da tramandarne la memoria anche alle future generazioni di olivicoltori.